Prestiti immediati per stranieri: offerte di prestiti veloci

Indice dei contenuti

Negli ultimi tempi sono sempre di più i cittadini stranieri residenti in Italia che richiedono prestiti immediati. Ovviamente questa situazione è lo specchio della società attuale che ospita sempre più cittadini provenienti da diversi Paesi. Per questo motivo gli istituti di credito stanno lanciando sul mercato soluzioni ad hoc dedicate agli stranieri, per i quali l’accesso al credito può non essere così semplice.

Il prestito personale per stranieri permette a tutti i cittadini stranieri di richiedere un finanziamento con importo di capitale massimo e di rate mensili in proporzione alla sostenibilità della loro retribuzione, allo stesso modo in cui anche un cittadino italiano ha accesso alle differenti tipologie di finanziamenti personali. Inoltre questa tipologia di finanziamento si inserisce nella categoria di prestito non finalizzato per richiedere il quale non vi è la necessità di produrre dei documenti giustificativi sulla destinazione del capitale erogato.

Vedremo in questo articoli quali prestiti possono essere richiesti dagli stranieri, quali requisiti bisogna avere e a chi rivolgersi per un prestito immediato.

Quali prestiti richiedere?

I principali istituti di credito offrono prestiti personali specificamente dedicati ai cittadini stranieri. Tra le soluzioni che più frequentemente vengono proposte ai cittadini stranieri, vi è la cessione del quinto: la banca o la finanziaria preleva la rata (con un importo massimo pari al 20% dello stipendio) del prestito direttamente dalla busta paga, che diventa la garanzia necessaria e sufficiente per l’erogazione del prestito. I richiedenti stranieri possono inoltre optare per i cosidetti prestiti delega, una soluzione in cui la rata mensile viene addebitata direttamente sul conto corrente. In questo caso è possibile ottenere un importo maggiore rispetto alla cessione del quinto, poiché con i prestiti delega si può raggiungere fino al 40% dello stipendio.

Esistono anche prestiti dedicati ai giovani, come i prestiti per gli studenti stranieri, che frequentano l’Università in Italia. Si tratta di finanziamenti offerti dagli istituti di credito in collaborazione con alcuni atenei, volti a sostenere gli studenti più meritevoli durante gli studi.

Per una panoramica più ampia sulle offerte disponibili, è possibile consultare un qualsiasi comparatore dei prestiti che si trova online e valutare le soluzioni più adatte per ciascuna esigenza. Molti istituti di credito promuovono diverse soluzioni vantaggiose, offrendo prestiti personali ad hoc con rata fissa, zero spese di istruttoria, zero spese per estinzione anticipata e una polizza assicurativa a copertura del caso morte, invalidità permanente, perdita del lavoro e inabilità totale temporanea.

Requisiti necessari

In Italia il numero degli individui stranieri è sempre più in crescita, così come le loro richieste di finanziamento agli enti italiani. Per chi viene da un altro Paese e ha le carte in regole e un lavoro stabile, nessun istituto di credito farà alcun problema per la concessione di un prestito personale. L’unica restrizione da parte di alcune banche o finanziarie potrebbe essere quella di avere un contratto indeterminato da almeno sei mesi. I documenti richiesti agli stranieri, per ricevere liquidità dalle banche o società finanziarie, non si differenziano di molto rispetto a quelli richiesti a un cittadino italiano. Quindi, al momento della richiesta di un prestito si dovrà dimostrare di:

  • Possedere un passaporto
  • Essere residenti in Italia, e quindi possedere un regolare permesso di soggiorno
  • Percepire un reddito lavorativo
  • Non essere protestato

Inoltre, è utile fare una precisazione su cosa si intende per cittadino straniero: la domanda di un prestito può essere presentata sia dagli stranieri comunitari (cioè quelli che fanno parte della Comunità Europea, come i rumeni, gli spagnoli, gli inglesi, i tedeschi, etc.), sia da stranieri extra comunitari (cioè quelli che non fanno parte della Comunità Europea, come i cinesi, gli americani, etc.).

E per chi non ha una busta paga?

Possono essere diverse le difficoltà che incontrano i cittadini stranieri che vivono in Italia al momento di richiedere un prestito. La burocrazia prevede infatti tempi piuttosto lunghi per ottenere la cittadinanza italiana, che rappresenta uno dei requisiti per ottenere un prestito per stranieri. L’altro requisito fondamentale, come abbiamo visto, è possedere un documento di reddito, che rappesenta per l’istituto di credito la garanzia più importante sulla quale basarsi per la restituzione del debito. In questo caso la busta paga costituisce un’ottima garanzia per la banca che deve erogare il prestito, in quanto si tratta di un’entrata mensile assicurata.

In generale, le migliori offerte sono rivolte ai cittadini stranieri che abbiano una busta paga, vista la maggiore affidabilità rispetto a coloro che non ricevano uno stipendio fisso. Quindi nel caso dei cittadini stranieri senza busta paga le difficoltà saranno maggiori. Tuttavia esistono garanzie alternative al reddito percepito per ottenere i soldi di cui si ha bisogno.

La prima opzione è quella di presentare alla banca un garante, che dovrà avere una busta paga. Quest’ultimo dovrà appunto garantire alla banca il pagamento da parte nostra delle rate di rimborso, e in caso di insolvenza si farà carico della somma non pagata. Una seconda soluzione, anche se rischiosa, è quella riservata a coloro che abbiano una casa di proprietà. In questo caso sarà possibile procedere con l’ipoteca dell’immobile, e in caso di mancato rimborso l’abitazione verrà venduta all’asta.

Le garanzie alternative

Come abbiamo visto, i prestiti personali per stranieri non prevedono particolari differenze rispetto ai prestiti personali classici. Abbiamo visto quali sono i requisiti richiesti, che in molti casi rappresentano l’ostacolo principale da superare per poter accedere alla somma di denaro desiderata. Ma è possibile ricevere dei prestiti personali per stranieri senza garanzie? Quando si parla di garanzie, si fa riferimento essenzialmente al documento di reddito (busta paga, Modello Unico, cedolino della pensione).

Gli istituti di credito offrono ai propri clienti la possibilità di accedere ai prestiti per stranieri presentando alcune garanzie alternative. Sono delle soluzioni studiate per tutti quei cittadini stranieri che appunto non possiedono un reddito dimostrabile, come ad esempio i disoccupati. In questo caso, come si può facilmente immaginare, è piuttosto complicato ricevere un prestito, ma non impossibile.

Una soluzione alternativa per chi non possiede un documento di reddito può essere la presentazione di un garante. Un parente o un amico che sia lavoratore dipendente o pensionato potrà presentare al posto del richiedente le garanzie economiche necessarie per accedere al credito. In questo modo, anche gli stranieri senza garanzie possono ricevere dei prestiti personali. Un’altra soluzione che riguarda nello specifico i piccoli prestiti, è quella che prende il nome di credito su pegno. Questo prestito senza garanzie può essere richiesto semplicemente impegnando un qualsiasi oggetto di valore che può essere una collana, un bracciale d’oro, anelli con pietre preziose, orologi, quadri o altro. Lasciando questi oggetti come garanzie si può ricevere una determinata somma di denaro che sia inferiore però al valore di mercato degli oggetti lasciati in pegno. Al termine del rimborso ovviamente questi oggetti verranno restituiti.

Tempi di attesa

Una caratteristica che al giorno d’oggi è molto importante dal punto di vista di chi richiede un qualsiasi tipo prestito è indubbiamente la velocità di erogazione, visto che spesso si ha bisogno di una determinata somma di denaro con una certa urgenza. Vediamo dunque come fare per ottenere un prestito veloce per stranieri in Italia. Diciamo innanzitutto che ormai tutte le principali banche e finanziarie hanno lavorato per ridurre al minimo i tempi di attesa, dunque non fa molta differenza la compagnia alla quale ci rivolgiamo. Molto dipende dalle garanzie che si è in grado di offrire e dalla somma di denaro che si richiede.

In generale, per ottenere un prestito veloce è necessario essere lavoratori dipendenti o pensionati. Ciò significa che, per l’istituto di credito, possedere un documento di reddito mensile fisso rappresenta la garanzia più solida in assoluto. Nel caso in cui si è alla ricerca di un prestito per stranieri ma non si possiede tale garanzia, potrebbero essere necessarie alcune valutazioni sulle garanzie alternative. Per questo motivo i tempi di attesa potrebbero essere più lunghi e il prestito potrebbe non essere così veloce come si spera.

In ogni caso è bene ripetere che ormai quasi tutti i prestiti personali possono essere definiti veloci, visto che in pochi giorni i soldi che si richiedono saranno a disposizione del richiedente. Sono sufficienti solamente 48 ore perché i soldi che si richiedono siano erogati sul conto corrente. La lista degli istituti di credito che offrono prestiti veloci per stranieri è comunque molto lunga e, per ridurre al minimo i tempi di erogazione il nostro consiglio è quello di effettuare la richiesta online, tramite i servizi che si trovano sui siti internet dei principali istituti di credito.