Prestiti immediati su postepay: come ottenerli rapidamente e velocemente

Indice dei contenuti

Iprestito postepay è una forma di finanziamento perfetta per tutti coloro che hanno bisogno di una somma di denaro non molto alta. Si tratta di un mini prestito personale, per il quale è richiesto il possesso della carta ricaricabile postepay, emessa dalle Poste Italiane. Ottenere un prestito postepay è diventato ormai facilissimo per i possessori di questa carta, e negli ultimi anni questo tipo di prestito è sempre più richiesto grazie alla facilità e alla velocità nel vedersi accreditato il finanziamento. Per capire cosa significa un prestito su postepay occorre prima spiegare cos’è la postepay. Si tratta di una carta ricaricabile messa in commercio da Poste Italiane. Se si possiede già una postepay si può quindi richiedere e ottenere velocemente un prestito presso Poste Italiane, anche online. Se invece si sta valutando un prestito su postepay ma ancora non si possiede la carta, occorrerà farne richiesta e in tal caso i tempi di attesa di allungano un po’ di più.

Il successo enorme che sta recentemente riscuotendo questa carta non è dovuto solo alla possibilità di richiedere un prestito, ma anche a tanti altri servizi che riguardano ad esempio l’accredito del proprio stipendio, il pagamento di utenze, dei caselli autostradali, o la possibilità di ricevere ed emettere bonifici. Quindi possedere una carta postepay dà accesso a svariati servizi che possono essere utili sotto diversi aspetti. Vedremo in questo articolo come ottenere velocemente un prestito su postepay, quali importi si possono richiedere e i requisiti necessari per ottenerli.

Cos’è la postepay?

La Postepay è una carta ricaricabile che si può richiedere, muniti di codice fiscale e documento di identità, a qualsiasi ufficio postale. Ha un costo di attivazione di 5 euro e possono richiederla, in versione junior, anche i minorenni, che dovranno presentarsi presso un ufficio postale accompagnati dai genitori. In breve tempo la carta verrà attivata e si può utilizzare direttamente abbinata a diversi circuiti di pagamento. Si può utilizzare ovunque, sia in Italia che all’estero, grazie ai circuiti Postamat, Visa e Visa Electron. Sulla carta si può caricare qualsiasi importo e il vantaggio è che non può mai andare a debito, quindi anche in caso di clonazione o frode online l’importo che andrebbe eventualmente perduto è esclusivamente quello disponibile. Altri vantaggi sono che è accettata dalla maggior parte degli esercizi commerciali e può anche essere collegata a un conto Paypal, un metodo molto diffuso soprattutto nelle transazioni online. Inoltre può essere ricaricata anche dai non titolari e quindi si può ricaricare anche la carta di un’altra persona, presso gli uffici postali con versamento in contanti o trasferendo il denaro da una carta all’altra.

Per quanto riguarda i costi di mantenimento, il canone annuo è di 10 euro e tutte le transazioni sono gratuite, come il prelievo presso gli sportelli automatici. Alla carta è abbinato anche l’IBAN e in questo modo si può accedere al Mini Prestito Bancoposta o Prestito Bancoposta online.

Caratteristiche principali

Il prestito postepay non è altro che un finanziamento rapido, vale a dire una forma di credito agile e semplice che garantisce tempi di erogazione molto più brevi rispetto a quelli richiesti dai prestiti personali tradizionali. Questo tipo di finanziamento si basa sul possesso di una carta ricaricabile, la postepay appunto. Sono 3 le tipologie di prestito disponibili:

  • 1000 euro con una rata fissa mensile da 50 euro
  • 2000 euro con una rata fissa mensile da 100 euro
  • 3000 euro con una rata fissa mensile da 150 euro.

La restituzione deve avvenire, in tutti e tre i casi, in 22 mesi. Come si può notare, quindi, il rimborso è leggero e per nulla impegnativo, con una somma di 50, 100 o 150 euro decisamente facile da sostenere. Quindi si può decidere di ricorrere a questo finanziamento per i motivi più diversi: per una spesa imprevista, per un’emergenza, per un bisogno di liquidità, etc. L’accredito può avvenire direttamente sulla postepay personale così come il rimborso del prestito, ma questo viene stabilito al momento della sottoscrizione del contratto, che avviene solo di persona presso uno degli uffici di Poste Italiane.

Come ottenere un prestito su postepay

Per richiedere un prestito postepay è necessario recarsi presso un qualsiasi ufficio postale. Tramite il sito internet delle Poste Italiane è possibile fissare un appuntamento, in modo da poter scegliere il giorno e l’ora che si preferiscono, per poi completare la richiesta senza dover perdere tempo facendo la fila. Quando si prende l’appuntamento va specificato il motivo dello stesso e vanno lasciati i propri dati anagrafici. Recandosi all’ufficio postale nel giorno e nell’orario stabilito si può avere un confronto con un consulente completamente a nostra disposizione. Quest’ultimo illustrerà la proposta del prestito su postepay e i suoi vantaggi, e farà un preventivo gratuito del nostro finanziamento. In questo modo ci si può fare un’idea della spesa complessiva che si deve affrontare, e dell’ammontare di ogni rata mensile.

Se le caratteristiche del prestito che ci viene proposto soddisfano le nostre esigenze, potremo procedere con la richiesta del prestito con postepay compilando il relativo modulo che viene presentato dal consulente. Una volta effettuata la richiesta, se non ci sono particolari problemi saranno sufficienti poche ore per vedere la somma da noi richiesta accreditata sulla nostra postepay, e dunque subito a nostra disposizione per effettuare qualsiasi spesa, sia in negozio che online.

Requisiti per un prestito postepay

Come si può richiedere un prestito direttamente con la postepay? Prima di tutto per fare richiesta devi essere in possesso, come per tutti gli altri prestiti, di alcuni requisiti fondamentali.

  • Essere maggiorenni
  • Non aver superati i 70 anni
  • Un documento d’identità
  • Un documento di reddito (che può essere la busta paga, il Modello Unico o il cedolino della pensione).

Anche i cittadini stranieri possono richiedere il prestito postepay, ma bisogna presentare il passaporto insieme al permesso di soggiorno ed è fondamentale che si stia lavorando in Italia da almeno un anno. Ricordiamo che nel caso del prestito con postepay parliamo di un mini prestito e quindi le somme che si possono richiedere non sono altissime, ma comunque buone per risolvere piccoli problemi economici. I lavoratori autonomi spesso riscontrano non pochi problemi nella richiesta di un prestito personale. Nel caso dei prestiti Poste Italiane riservati ai possessori della postepay però, possono ricevere un prestito semplicemente presentando l’ultima dichiarazione dei redditi. Questa avrà lo stesso ruolo della busta paga, anche se, come sappiamo, i liberi professionisti non possono garantire all’istituto di credito un’entrata mensile fissa. Per questo motivo l’istituto ha bisogno di qualche giorno per analizzare la situazione economica del richiedente e decidere se concedere o meno il finanziamento. Sulla base dell’analisi stessa verrà definita la rata massima che potrà essere affrontata dal cliente e allo stesso tempo l’importo massimo che potrà essere erogato in base alla durata del rimborso.

Tempi di attesa

Una caratteristica fondamentale che viene richiesta a un prestito immediato riguarda i tempi di erogazione. In questo senso i prestiti su postepay sono sicuramente tra i migliori in circolazione. Il possesso della tessera delle Poste Italiane snellisce infatti i tempi burocratici necessari per concedere il finanziamento. Coloro che hanno la carta postepay sono infatti profili già noti che dunque non dovrà effettuare le ricerche relative al profilo del cliente e ai finanziamenti precedentemente richiesti. Tra l’invio della richiesta e l’erogazione della somma desiderata sulla postepay passano infatti al massimo 2 o 3 giorni, e in alcuni casi bastano solo poche ore. In particolare l’erogazione immediata è legata al profilo del cliente che effettua la richiesta del prestito, oltre che ovviamente dalla somma di denaro richiesta. I lavoratori dipendenti e i pensionati come abbiamo già detto possono aver accesso al credito semplicemente presentando l’ultima busta paga o l’ultimo cedolino della pensione. La sola analisi che dovrà essere effettuata riguarderà la rata massima che può essere affrontata dal cliente in base alla propria entrata mensile.

Nel caso dei Mini Prestiti postepay si può veramente parlare di erogazione immediata. Nel caso in cui la somma di denaro richiesta sia più alta possono essere necessarie alcune ore in più perché i soldi richiesti siano disponibili. Leggermente più lunghi sono i tempi di erogazione nel caso in cui la richiesta di prestito venga effettuata da un lavoratore autonomo o libero professionista. In questo caso Poste Italiane dovrà effettuare un’analisi più approfondita riguardo lo storico dei finanziamenti ricevuti dal cliente e i guadagni degli ultimi anni. In base all’ultima dichiarazione dei redditi verrà dunque definita la rata di rimborso massima che potrà essere affrontata dal cliente, tuttavia anche in questo caso i tempi di attesa non sono eccessivamente lunghi.