Prestiti immediati via sms: come si ottengono? Migliori offerte

Indice dei contenuti

Una delle novità che riguarda il mondo dei prestiti è rappresentato dai cosiddetti prestiti veloci via sms. Tra le tante tipologie di finanziamento presenti sul mercato, questi prestiti rappresentano, infatti, una delle possibilità più innovative venute alla luce negli ultimi anni, ulteriormente implementate dalla diffusione degli smartphone e dei nuovi telefonini di ultima generazione. Di cosa si tratta? Innanzitutto, sono nati nel Nord Europa (per poi diffondersi rapidamente negli altri Paesi), presentandosi come una nuova modalità di richiedere piccoli importi da rimborsare in tempi molto brevi.

Si tratta di una buona soluzione per riuscire a far fronte a una situazione momentanea di difficoltà economica. L’importo che si può richiedere va dai 50 ai 500 euro, rimborsabili in massimo 30 giorni.

In questo articolo vedremo come è possibile ricevere del denaro in prestito inviando semplicemente un messaggio dal proprio telefonino. Analizzeremo questa tipologia di finanziamento (detta anche sms loans, dalla terminologia inglese) che ha raggiunto, sopratutto nei Paesi del nord Europa, una importante diffusione, diventando ormai una prassi quotidiana. Vedremo vantaggi e svantaggi, tempi di erogazioni, requisiti e importi erogabili.

Prestiti via sms: cosa sono?

Quando si ha bisogno di piccole somme di denaro da restituire in poco tempo e si vuole ricorrere ai finanziamenti concessi via messaggio, basta spedire un sms alla società finanziaria indicando la somma di denaro di cui si ha bisogno. Un computer riceverà la richiesta, la analizzerà e procederà all’erogazione della somma di denaro sul conto corrente o postale del richiedente. Il tutto nel giro di 30 minuti, massimo un’ora. Da lì in poi si ha qualche giorno o qualche settimana di tempo per poter effettuare il rimborso. Le caratteristiche principali di un prestito via sms sono essenzialmente due:

  • Vengono concessi sempre per piccole somme (non oltre 500 euro)
  • Devono essere rimborsati nel giro di pochi giorni o settimane

Come dice il nome stesso, questi prestiti possono essere richiesti tramite un messaggio di testo, un semplice sms appunto. E dunque, proprio per questo, sono davvero molto semplici da richiedere. Sono essenzialmente due i requisiti per poterli richiedere:

  • Avere un conto corrente bancario o postale dove poter ricevere l’accredito della somma di denaro
  • Essere registrati sul sito dell’istituto di credito che concede questo tipo di prestito (la registrazione lega il numero di telefono a quello della persona che fa richiesta di denaro).

Vantaggi e svantaggi

Il vantaggio dei prestiti veloci via sms è che è possibile ottenere dai 50 ai 500 euro generalmente in tempi molto rapidi, anche in appena 30 minuti, poiché l’istruttoria è sostanzialmente automatica, risultando quindi una soluzione comoda e pratica per far fronte a una piccola spesa imprevista e molto urgente.

Tuttavia esistono anche degli svantaggi che riguardano questa modalità di finanziamento, essenzialmente legati ai costi, che generalmente risultano essere più elevati della media, anche se non si discostano molto da quelli che sono generalmente proposti per i prestiti veloci online. I tassi di interesse che sono infatti previsti per questa tipologia di prestito sono piuttosto elevati. Quindi, da una parte, è una soluzione di prestito che può essere utile per riuscire ad arrivare alla fine del mese in caso di problemi, o per far fronte a una spesa imprevista o per far fronte a un pagamento senza andare in rosso con il conto, dall’altra parte, i tassi di interesse sono piuttosto alti e spesso dipendono dai giorni impiegati per la restituzione del capitale erogato. Ossia se si restituisce la somma in 30 giorni, il tasso potrebbe anche essere del 30%, ma se si dovesse superare il periodo limite di un mese, il tasso d’interesse può aumentare di molto, in quanto bisognerà pagare penali e commissioni aggiuntive.

Per questo gli esperti consigliano di usufruire degli sms loans solo quando è davvero necessario ricorrervi in presenza di una momentanea assenza di liquidità, mentre risulta essere poco conveniente in caso si possa pianificare con calma un ammortamento con il proprio istituto di credito, poiché il più delle volte il rimborso avviene in un’unica rata entro 30 giorni dall’erogazione del capitale.

I payday loans, cosa sono?

Una particolare forma di finanziamento che spesso viene confusa con gli sms loans, e che ricalca comunque una buona parte delle specificità di questa, è rappresentata dai payday loans, o prestiti del giorno di pagamento dello stipendio (letteralmente “prestito del giorno di paga”).

Anche questa categoria di prestito, esattamente come i prestiti via sms, è piuttosto diffusa soprattutto in Nord Europa, ed è rappresentata da una sorta di anticipo sullo stipendio, considerato che si può richiedere questo prestito qualche giorno o settimana prima dell’arrivo dello stipendio relativo al mese successivo.

Si tratta pertanto di una linea di credito di brevissimo raggio temporale, con l’istituto di credito che concede una percentuale dello stipendio prima che venga ricevuto, salvo poi ottenere il rimborso in sede di accredito dello stipendio stesso con gli interessi. Una forma di finanziamento che in Italia si sta iniziando a diffondere, e che può aiutare chi deve far fronte a spese inaspettate proprio pochi giorni prima del ricevimento della consueta paga mensile.

A chi rivolgersi

Il funzionamento di un prestito veloce via sms è abbastanza semplice. Per richiedere questo tipo di prestito, è innanzitutto necessario essere titolari di un conto corrente presso un istituto di credito, e ovviamente che quest’ultimo preveda questo tipo di possibilità. In questo caso è necessario registrarsi sul sito dell’istituto di credito, fornendo tutte le proprie credenziali. Una volta presa visione delle condizioni offerte dalla banca, si può scegliere la soluzione che più si adatta alle proprie esigenze e accettare il prestito. In questo caso la somma richiesta sarà accreditata entro poco tempo dalla conferma, anche pochi minuti, direttamente sul proprio conto corrente.

Trattandosi di un finanziamento non assicurato, le possibilità di accedervi aumentano notevolmente, ma solo a condizione che vengano rispettate determinate caratteristiche. Come dicevamo, infatti, per essere sicuri che l’ammontare prestato venga restituito, gli istituti di credito chiedono ai contraenti l’apertura di un conto corrente presso le rispettive filiali o quantomeno una registrazione corredata di tutti i dati anagrafici sui portali web di riferimento. Una volta rispettate queste uniche condizioni, richiedere un piccolo prestito è questione di attimi: il tempo di inviare un sms che verrà gestito in automatico dal centro di calcolo dell’istituto di credito e, se sussistano condizioni di erogabilità, il denaro viene trasferito sul conto corrente dell’intestatario non oltre 60 minuti dall’avvenuta richiesta.

Si tratta di mini prestiti molto facili da ottenere, visto che gli istituti di credito già sono in possesso di tutta la documentazione inerente alla situazione finanziaria del richiedente e quindi si azzerano i tempi burocratici. Inoltre, non c’è bisogno di ulteriori garanzie, visto che l’intera operazione avviene tramite accredito e addebito su conto corrente, sempre all’interno del proprio istituto bancario.

Prestiti via sms: come valuto le offerte migliori

Ogni tipo di prestito prevede, oltre all’importo da restituire, un costo ulteriore. Anche per quanto riguarda i prestiti via sms, vale lo stesso discorso. In questo caso ci troviamo di fronte a una restituzione in un’unica rata, ma questa avrà comunque dei costi aggiuntivi. Per questo è opportuno scegliere con attenzione l’offerta più conveniente e adatta alla propria situazione economico-finanziaria. La somma che si deve restituire sarà sempre superiore alla cifra che ci è stata prestata, perché a questa dovremo aggiungere i costi del sevizio, i tassi d’interesse, le commissioni e le imposte dovute. Non esistono, ovviamente, prestiti a costo zero. Anzi, abbiamo visto che i costi per questo tipo di prestito rappresentano proprio la parte dolente, poiché sono più alti della media. Di contro, però, si ha un’erogazione molto veloce.

Vogliamo precisare che non esiste un prestito migliore di un altro in assoluto, ma che possono esistere offerte migliori di altre nell’ambito di uno stesso tipo di prestito. Se, ad esempio, abbiamo bisogno di una liquidità in tempi brevi per far fronte a una spesa urgente e improvvisa, i prestiti veloci possono fare al caso nostro. All’interno di questi si potranno valutare le offerte che meglio rispondono alle proprie esigenze, come l’importo erogabile, i tempi e i modi di erogazione e di restituzione del prestito, i tassi di interessi, i requisiti richiesti, etc.

In conclusione, i prestiti via sms si adattano a una situazione di urgenza di liquidità non troppo elevata. Quindi se ci si trova in una situazione di necessità di una piccola somma di denaro in tempi brevi, che si è in grado di restituire entro breve tempo (facendo affidamento sull’accredito del proprio stipendio presso l’istituto bncario o la posta), allora può essere una valida soluzione.